© 2016 Vista Vision - Cliniche di eccellenza oculistica

PIVA  04010210963

Milano Verona Pisa Bari Messina 

Inestetismi

Palpebrali

Come eliminare gli inestetismi palpebrali con la chirurgia oftalmoplastica ed estetica

 

La palpebra è una membrana molto importante in quanto svolge la funzione di protezione dell'occhio da agenti esterni e da raggi luminosi oltre a distribuire il film lacrimale su tutta la sua superficie. Proprio per questo, le palpebre, sono continuamente esposte ad elementi che potrebbero comprometterne la funzionalità oltre che l’estetica.

Le cliniche Vista Vision sono specializzate nella chirurgia oftalmoplastica o plastica oculare che si occupa della chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica delle palpebre e delle zone del volto subito adiacenti, della chirurgia delle vie lacrimali, della chirurgia dell'orbita ed infine della chirurgia della cavità anoftalmica. Gli interventi principali di patologie palpebrali eseguiti in regime ambulatoriale sono:

Lo Xantelasma

Lo Xantelasma è un rilievo della pelle di forma conica e di colore giallo che si forma a livello delle palpebre sia superiori che inferiori, in genere vicino al naso, di forma irregolare e consistenza morbida. E’ causato dall’accumulo di grassi ( colesterolo) nelle cellule del derma, in cui il colesterolo migra dai vasi ai tessuti.
Queste piccole chiazze, sono una spia d’aumentato rischio cardio vascolare determinato a volte indipendente dai livelli plasmatici di colesterolo. La terapia dello xantelasma è la rimozione che può avvenire secondo modalità diverse:

  • laser CO2 pulsato o laser ad Erbium: è l’intervento con minore percentuale di recidive, consiste nel trattare la parte con un sottile raggio di luce fino a polverizzare la lesione; agisce sulla cute a livello molto superficiale e non causa danni ai tessuti circostanti, previa applicazione di una crema anestetica. La riepitelizzazione della lesione avviene velocemente e senza lasciare cicatrici.

  • chirurgia: utilizzata frequentemente come tecnica per l’escissione degli xantelasmi della palpebra superiore. Le complicanze sono molto rare ed i risultati sono molto buoni. L’asportazione chirurgica prevede il posizionamento di punti di sutura da rimuovere entro 7 giorni dall’intervento.

Il trattamento chirurgico degli xantelasmi della palpebra inferiore è invece poco utilizzato sia per il rischio di complicanze e recidive.

 

L’Ectropion

L’ Ectropion palpebrale è un rilassamento verso l’esterno del margine palpebrale più frequentemente inferiore. In caso di ectropion, la rotazione all’esterno del bordo della palpebra fa sì che la parte inferiore dell’occhio non sia più protetta e risulti così esposta all’aria manifestando bruciore, arrossamento, fastidio, secrezione e lacrimazione di riflesso allo stato irritativo. Inoltre, essendo l’interno della palpebra rivestito da congiuntiva, il contatto di quest’ultima con l’esterno invece che con l’occhio, ne determina l’irritazione, l’arrossamento e l’ispessimento con conseguente danno sia estetico che, soprattutto, funzionale. L’intervento chirurgico corregge definitivamente il problema. Si svolge in anestesia locale, è ambulatoriale e dura circa 30 minuti.Lo scopo dell’intervento è quello di correggere la lassità della palpebra, accorciandola e reinserendola saldamente alle strutture ossee.

L’Entropion

L’ entropion è una patologia delle palpebre che consiste in una rotazione verso l’interno del bordo palpebrale più frequentemente inferiore. Le ciglia, a causa della lassità dei tessuti, vengono a contatto diretto con il bulbo oculare, e possono, per il normale ammiccamento, rigare la cornea compromettendone le funzionalità e nei casi più gravi causarne la formazione di ulcere. Nell’entropion, a differenza il bordo ciliare è rivolto all’interno, e talora in modo così pronunciato da risultarne occultato. L’intervento chirurgico corregge definitivamente il problema. Si svolge in anestesia locale, è ambulatoriale e dura circa 40 minuti. Lo scopo dell’intervento è quello di correggere la lassità della palpebra, accorciandola e reinserendola saldamente alle strutture ossee e di reinserire i retrattori della palpebra inferiore; contestualmente si indebolisce il muscolo orbicolare ipertonico asportandone una piccola parte. Questa manovra è sufficiente a riposizionare definitivamente tutta la palpebra.

Il Calazio

Il calazio è una alterazione ed un’infezione delle ghiandole lacrimali congiuntivali presenti nello spessore della palpebra. Queste ghiandole secernono normalmente alcuni componenti della lacrima. L’infiammazione di queste ghiandole porta al rigonfiamento delle stesse e della palpebra circostante.
L’intervento chirurgico di asportazione di calazio è ambulatoriale e si effettua in anestesia locale. Nei casi in cui non vi sia perdita di integrità della cute, l'accesso è sempre quello interno in quanto quello anatomicamente più diretto; l'incisione all’interno della palpebra inoltre, non rende neccessaria l’applicazione di punti di sutura e non lascia segni visibili nemmeno nell’immediato postoperatorio. Il paziente viene dimesso con bendaggio compressivo che potrà rimuovere dopo 4 o 5 ore e non dovrà più rimettere.

La Ptosi Palpebrale

Per Ptosi Palpebrale si intende un abbassamento della palpebra superiore e può essere grave, causando difficoltà nella visione e riduzione del campo visivo (disturbi funzionali), o lieve con conseguenze solo di natura estetica.
L’intervento chirurgico della ptosi palpebrale ha come obiettivo di innalzare il margine palpebrale in modo da restituire al paziente un campo visivo e una visione generale nella norma oltre che rendere le due palpebre il più simmetriche possibili.

 Le Cisti Palpebrali

Le Cisti Palpebrali sono dei noduli cistici di varia forma, dimensione e consistenza, contenenti una sostanza semi-solida, o liquida.
Il trattamento indicato è l’asportazione chirurgica con tecnica tradizionale o con l’ausilio della radiofrequenza o dei laser ad Erbium o a CO2 che limitano il sanguinamento.

La Blefaroplastica

La Blefaroplastica è un intervento chirurgico eseguito per ridurre l’eccesso cutaneo e/o le borse di grasso delle palpebre ed
è l’intervento estetico più richiesto al mondo che pur non arrestando il processo d’invecchiamento può ringiovanire il viso e l’espressione dello sguardo. L’intervento può consistere nella rimozione della cute e degli eccessi di grasso (borse) o di solo di uno dei due difetti. La scelta dipende dalla valutazione dei singoli pazienti e dalla valutazione del chirurgo.
L’intervento di blefaroplastica è ambulatoriale ed eseguito in anestesia locale e quando necessario con una lieve sedazione e dura circa 1h30 minuti.
In genere dopo pochi giorni il paziente può riprendere le proprie attività lavorative e sociali.

Chiedi un consulto o prenota la tua visita.

Siamo qui per assisterti.