LeBron James, Tiger Woods, Kaka, Federica Brignone ed Elena Curtoni, Alexander Zverev.

Cos’hanno in comune questi grandi sportivi? La risposta più ovvia è che sono atleti di enorme talento. Quello che potresti non sapere è che tutti si sono sottoposti a un intervento di chirurgia refrattiva per correggere il loro difetto visivo.

LEBRON JAMES

LeBron James, stella e uomo copertina del basket americano, si è sottoposto ad un trattamento laser occhi nel 2007. Nello specifico ha migliorato la sua vista grazie alla tecnica LASIK, così rapida ed efficace da permettergli di tornare ad allenarsi già il giorno dopo l’operazione. Lo stesso LeBron ha dichiarato poi ai giornalisti di vedere il ferro e la rete del canestro «più chiari che mai». I dati raccontano che la sua percentuale di canestri realizzati è passata dal 46 % al 49%: nella stagione 2007/2008 King James è stato il miglior realizzatore dell’NBA con una media superiore ai 30 punti a partita.

KAKA

Kaka, pallone d’oro nel 2007, ha corretto la miopia elevata con associato astigmatismo miopico medio alto in entrambi gli occhi, difetti che inficiavano le sue prestazioni. Aveva scarsa tolleranza alle lenti perché, essendo astigmatico, non otteneva una correzione ottimale poiché ruotavano durante la corsa, i colpi di testa o nei movimenti veloci quali scatti e cambi di direzione.

E poi Tiger Woods (golfista pluripremiato), Zverev (talento emergente del tennis), Federica Brignone ed Elena Curtoni (campionesse dello sci italiano).

Ma questi sono solo alcuni esempi dei tanti celebri sportivi che si sono sottoposti ad un trattamento di chirurgia refrattiva.

ABILITÀ VISIVE PER LO SPORT

Nello sport avere una buona vista è requisito fondamentale per il successo. Vedere e poi colpire una pallina da tennis che viaggia a una velocità vicina ai 200 km/h richiede un “occhio di falco”.

Le principali abilità visive necessarie per lo sport sono le seguenti:

  • Acuità visiva dinamica: capacità di monitorare gli oggetti in movimento, in particolare quando si muovono velocemente
  • Concentrazione visiva: essere in grado di concentrarsi su un oggetto senza distrazioni
  • Tempo di reazione visiva: saper reagire rapidamente e con precisione a qualsiasi mossa a sorpresa dell’avversario.
  • Coordinazione occhio-mano: il modo in cui mani, piedi e corpo e altri muscoli rispondono alle informazioni raccolte attraverso gli occhi.

OCCHIALI E LENTI? I LIMITI

Gli ausili ottici hanno molti limiti e possono essere dei veri e propri ostacoli per la performance sportiva. Gli occhiali ad esempio sono spesso molto poco pratici, per non dire pericolosi. Possono appannarsi o macchiarsi. Per questo motivo, la stragrande maggioranza degli atleti utilizza le lenti a contatto, ma queste presentano a loro volta tutta una serie di complicazioni. In un ambiente sporco e polveroso o ventoso è facile provare la sensazione di occhi sabbiosi, asciutti o granulosi. Inoltre, le lenti possono spostarsi o addirittura cadere e scomparire.

La chirurgia refrattiva supera questi limiti/ostacoli e offre numerosi vantaggi per gli sportivi di qualunque livello, professionisti, dilettanti e amatori.

I centri Vista Vision sono la sede ideale per il trattamento laser di tutti i difetti visivi.

La differenza la vedi: migliora la tua vista e il tuo rendimento.

Condividi:
×