© 2016 Vista Vision - Cliniche di eccellenza oculistica

PIVA  04010210963

Milano Verona Pisa Bari Messina 

Please reload

Recent Posts

Cosa può danneggiare i tuoi occhi?

October 14, 2019

1/10
Please reload

Featured Posts

Febbre da fieno e  lenti a contatto: non una buona accoppiata

May 15, 2019

 

 

 

 

 

Ah la primavera. Il tepore del primo sole, il risveglio della natura con la sua esplosione di colori e profumi di piante e fiori appena sbocciati. Una delle migliori stagioni dell’anno e vuoi goderne appieno: quindi, salti dal letto e, senza pensare, tiri le tende, apri le finestre e fai un respiro lungo, profondo e profondo.

 

Invece di un piacevole aahh all'aria fresca di primavera, quello che esce è più simile a un urghh !! mentre corri a starnutire e scappi in bagno per scovare i tuoi antistaminici.

 

Non è certo il modo in cui vuoi trascorrere un’altra primavera. Ma quando hai la febbre da fieno, chiamata più propriamente rinite allergica, ti ci abitui. Ma una cosa a cui probabilmente non riesci ad abituarti, con gli occhi arrossati e pruriginosi, è quella di indossare le lenti a contatto, piattaforma di atterraggio ideale e gradita dai pollini ed allergeni presenti nell'aria.

 

La febbre da fieno e le lenti a contatto non sono una bella accoppiata, ed idealmente sarebbero da evitare insieme. Ma quando sei naturalmente eletto dalle allergie, sei stufo degli occhiali, ma non hai ancora deciso di sottoporti ad un’operazione laser occhi, ci sono alcuni passi che puoi seguire per evitare che il duo si trasformi in una combinazione così fastidiosa.

 

Se soffri di febbre da fieno, probabilmente ti sei chiesto innumerevoli volte perché questo polline crei così tanti problemi.

Il nostro sistema immunitario scambia erroneamente i pollini per sostanze estranee e pericolose e tentando di difendersi da quella che avverte come una minaccia rilascia sostanze chimiche che a loro volta scatenano sintomi tipici della febbre da fieno come prurito, occhi rossi e acquosi, starnuti, tosse, mal di testa e stanchezza.

 

Esistono diversi tipi di polline ma il periodo di massima allerta è tra fine di marzo e settembre. La gravità e la rapidità di apparizione dei sintomi dipendono dal clima (saranno particolarmente severi se caldo, umido e ventoso) e dal tuo stato di salute (se soffri d’asma potrai anche provare mancanza di respiro ed un senso d’oppressione al petto).

 

Cosa puoi fare a riguardo?

 

La regola numero uno è quella di mantenere le lenti a contatto il più pulite possibili seguendo le norme di utilizzo previste secondo la tipologia. Il rischio d’infezione agli occhi aumenta ulteriormente nei soggetti che soffrono di febbre da fieno a causa di più particelle che entrano nell'occhio, e dal sistema immunitario compromesso.

 

Mantenere la pulizia, quindi, significa essenzialmente prendere delle misure per ridurre al minimo la diffusione di pollini - come evitare di sfregare o toccare gli occhi, fare la doccia e cambiare i vestiti dopo essere stato fuori, passare l'aspirapolvere e spolverare regolarmente con un panno umido.

 

Naturalmente, il miglior consiglio è di rimanere in casa quando il livello di pollini è alto. Ma se non puoi fare a meno di uscire, puoi evitare che il polline irriti i tuoi occhi indossando occhiali da sole avvolgenti, applicando un filtro antipolline nelle prese di ventilazione della tua auto, usando gocce oculari formulate per le allergie od antistaminici ad hoc per mantenere la massima idratazione ai tuoi occhi.

 

Non permettere che la febbre da fieno e le lenti a contatto ti impediscano di godere delle belle giornate di primavera. Non potrai certo liberarti delle tue allergie, ma con la chirurgia laser hai l’opportunità finalmente di salvaguardare i tuoi occhi.

Please reload

Follow Us